Avete presente il programma “Cortesie per gli ospiti”?

Si tratta di una vera e propria battaglia a colpi di bon ton, oltre che di buona cucina, da cui poter trarre degli spunti interessanti per conoscere le regole del galateo in merito alla preparazione della tavola. E anche se il vostro obiettivo non è quello di partecipare alla trasmissione, per ogni cena importante che si rispetti – basti pensare al Natale o a un compleanno – è interessante preparare una mise en place di tutto rispetto, non trovate?

E allora, vediamo quali sono i suggerimenti per apparecchiare la tavola in maniera impeccabile.

Scelta della tovaglia  e dei tovaglioli: per quanto si possano amare i colori vivaci, il colore più indicato per una tavola elegante è sempre il bianco, sia per quanto riguarda la tovaglia che per i tovaglioli. La tovaglia deve coprire tutto il tavolo e sforare di almeno 30 centimetri per lato; i tovaglioli infine non vanno assolutamente piegati creando origami fantasiosi (al massimo si piegano in due oppure rimangono integri).

I piatti: in merito al colore, si predilige il bianco ma non è vietato utilizzare altri colori. I piatti fondi si utilizzano esclusivamente per zuppe e minestre; per la pasta, si utilizza il piatto piano, su cui va poggiato quello più piccolo da antipasto. Il piattino per il pane va invece inserito il alto a sinistra, meglio se coperto da un tovagliolo.

Le posate: da preferire, se si possiede, un servizio d’argento. In merito alla disposizione, va considerata una forchetta per ogni portata, un cucchiaio se nel menu è presente una zuppa e il cucchiaino da dessert qualora il dolce fosse cremoso.

I coltelli vanno posti a destra del piatto,, tutti alla stessa altezza, ovvero a circa 1 centimetro dal bordo del tavolo.

Le forchette si mettono a sinistra, ad altezze differenti: la prima ad un centimetro dal bordo del tavolo, la seconda un po’ più in alto e la terza alla stessa altezza della prima, sempre a circa 1 cm dal bordo del tavolo. . La posizione del cucchiaio è a destra dei coltelli, con la parte concava verso l’alto. Il cucchiaino da dessert va invece inserito sopra il piatto, rivolto verso sinistra.

I bicchieri: è preferibile utilizzare i calici, uno grande per l’acqua e uno più piccolo per il vino. Vanno inseriti sopra il coltello, a destra del piatto. I bicchieri dovrebbero essere trasparenti in modo che si veda cosa c’è al loro interno.

Il centrotavola: è carino inserire un centrotavola posto che questo non sia eccessivo. Se è un centrotavola di fiori veri, il loro profumo non deve andare a monopolizzare quello dei piatti. Il centrotavola non deve poi impedire la visuale tra i commensali, per cui non deve essere troppo alto.

La disposizione dei commensali: tra un commensale e un altro ci deve essere almeno uno spazio di 60 cm. Un’idea carina è quella di utilizzare dei segnaposto con il nome del commensale.

 

 

ph. in evidenza tratta da Designmag


Nessun commento

Lascia un commento

Your email address will not be published. Website Field Is Optional.

COMMENTOCOMMENTO
Il Tuo NomeIl Tuo Nome
EmailEmail
WEBSITEWEBSITE